NOVEMBRE 2022: dopo due anni di chiusura a causa della Pandemia, vengono riaperti gli impianti sciistici. Nonostante mascherine, nuove regole e Green Pass obbligatorio per gli over 12, gli impianti riprendono a funzionare, le piste vengono nuovamente battute e gli sciatori rimettono gli sci ai piedi. 

In questi giorni anche io sono tornata sulle piste e ho potuto rivivere la mia grande passione. 

Purtroppo, nonostante i numerosi avvisi, nei pochi giorni in cui ho sciato, ho notato che non tutti rispettano le regole.

Molte persone, sia adulti che ragazzi, non indossano la mascherina, altri la portano solo al collo ed il distanziamento non sempre viene rispettato. 

Spero con tutta me stessa che tutti diventino più responsabili affinchè gli impianti possano restare aperti e per permettere a tutti di vivere questa esperienza che io ritengo fantastica.

Scio da sempre in una piccola stazione sciistica che io adoro perché poco frequentata. Si può raggiungere solo con un impianto di risalita e le macchine durante l’inverno sono off limits.

Lì tutto sembra candido ed immacolato, il cielo sembra più vicino, il bosco è incantevole                                                                 ed il silenzio è emozionante. 

Quando sono lì è come se entrassi in un’altra realtà, una realtà senza problemi. Quando scendo lungo le piste, tagliando la neve con i miei sci e sentendo l’aria fresca sulla faccia, mi sento libera da schemi e pregiudizi, e dimentico tutto il resto. Posso, con libertà, fantasia e prudenza, sfidare me stessa, migliorare in continuazione e divertirmi con i miei amici. 

Scio da diversi anni e da questa esperienza ho capito che ci sono persone che ritengono che sciare sia un semplice sport, per altre invece è libertà, divertimento, una valvola di sfogo. Io sono una di queste persone: senza sci non potrei vivere. 

Per me è molto importante attraversare la pista con stile e tecnica, divertendomi ma senza mai cercare di superare i miei limiti. A volte però, la velocità prende il sopravvento ed alcuni individui incuranti del pericolo rischiano di farsi male e di fare del male agli altri anche in modo grave.

Non posso dimenticare gli incidenti, anche mortali, successi in questi anni.

Ed allora ben vengano le nuove regole introdotte dall’1 gennaio 2022, con cui oltre la Polizza Assicurativa, sarà importantissimo ricordarsi sempre di rispettare la segnaletica, i limiti di velocità e le prescrizioni di sicurezza, adattandosi alle condizioni meteo e alla visibilità, ed indossando il casco sempre quando si hanno meno di 18 anni.

Io credo che sciare in sicurezza non sia una cosa che si possa improvvisare, bisogna crederci ed avere un profondo rispetto per sé stessi, per gli altri e per la montagna.

“Life is like skiing. Just like skiing, the goal is not to get to the bottom of the hill. It’s to have a bunch of good runs before the sun sets” Seth Godin.

Gaia Elisa Ferrini 2AC

COPERTINA DI GIORGIA BORGHI 2AC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.