Eccoci di nuovo: le vacanze sono passate, siamo tornati alle nostre videolezioni e, sfortunatamente, siamo tornati in zona rossa.

Nonostante la diminuzione di tempo libero, in qualche maniera ci si riesce sempre a ritagliare qualche ora da dedicare a un buon film in tv, in particolare sulla piattaforma di maggior tendenza degli ultimi anni, Netflix. Spesso, non appena ci si addentra sulla schermata iniziale, non si ha la minima idea di che cosa guardare: è per questo motivo che abbiamo deciso di elencare una serie di film molto interessanti, presenti su questa piattaforma e le cui trame sono ispirate a storie vere. L’elenco dei film è una sorta di playlist: in base ai vostri desideri o al vostro umore, potete scegliere fra quelli qui sotto citati. Ciascuno di essi appartiene alle categorie più disparate: dal comico al tragico, dal sentimentale allo storico; la gamma di categorie è perciò molto grande, quindi enjoy!

Hachiko

In questo film, un cucciolo di Akita, viene adottato da un uomo di nome Parker Wilson. Tutta la storia è incentrata sul profondo rapporto tra Hachi, e lo stesso Wilson. La pellicola rientra sicuramente fra una delle più profonde presenti sul catalogo di Netflix. 

American Sniper

Film che tratta le vicende della vita del cecchino Chris Kyle (interpretato da Bradley Cooper). Il soldato, partito per diverse guerre in Medio Oriente nel periodo immediatamente successivo all’attacco alle Torri Gemelle nel 2001, si guadagnerà il soprannome di “Leggenda” grazie alla sua mira infallibile.

Sulla mia pelle

In questo film viene trattata la storia di Stefano Cucchi (interpretato da Alessandro Borghi), ragazzo che nel 2009 fu brutalmente pestato da alcuni carabinieri nella caserma in cui era stato portato in seguito alla causa del suo arresto, avvenuto per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Il ragazzo morirà una settimana dopo per colpa delle ferite e dei lividi riportati in seguito al pestaggio. Il caso Cucchi è divenuto noto a livello nazionale dopo che diversi esponenti della politica sminuirono la morte del ragazzo, arrivando a negare ogni possibile coinvolgimento dei membri dell’Arma. 

I due Papi

Il seguente film analizza da vicino il rapporto fra i due Papi, Francesco e Benedetto XVI, uno attualmente in carica e l’altro divenuto ormai emerito. Molto consigliato per tutti coloro che desiderassero approfondire il rapporto fra i due, o anche più semplicemente conoscere le loro figure.

La ricerca della felicità

Nel 1981 a San Francisco, Chris Gardner (Interpretato da Will Smith) cerca di sbarcare il lunario vendendo una partita di scanner per rilevare la densità ossea, acquistata con i risparmi di una vita. Le vendite tuttavia scarseggiano: molti medici ritengono il macchinario eccessivamente costoso e tutto sommato inutile. La situazione economica si fa sempre più disperata per Chris e la sua famiglia, composta dalla moglie Linda (Thandie Newton) e dal figlio Christopher (Jaden Smith). 

In cerca di Bobby Fisher

Uscito nel 1993, si tratta di un film davvero interessante da guardare. Il film ha come protagonista Josh, un bambino di sette anni (interpretato da Max Pomeranc), che scopre durante una visita ad un parco, il gioco degli scacchi che lo appassiona sin da subito. Non appena il padre (interpretato da Joe Mantegna) comprende il talento del figlio, gli assegna un insegnante (interpretato da Ben Kingsley) che stravede per le sue grandi potenzialità e percepisce in lui un nuovo Bobby Fisher, campione mondiale di scacchi. Successivamente il padre iscriverà il proprio pupillo a vari tornei, durante i quali il giovanotto avrà paura di fallire, reazione comprensibile data l’età del ragazzo e la pressione del padre nei suoi confronti.

La teoria del tutto

Il film è uscito nel 2014, ha come regista James March ed è stato scritto dalla moglie del protagonista, ossia Jane Wilde (interpretata da Fedlicity Jones).

Il film tratta della vita di Stephen Hawking (interpretato da Eddie Redmayne). Stephen è un eccellente studente e universitario che cerca di trovare un’equazione che spieghi la nascita dell’universo. Durante la sua giovinezza, purtroppo, sarà afflitto da una terribile malattia che lo costringerà a rimanere paralizzato e a comunicare solamente attraverso l’uso di un computer: nonostante questi impedimenti, l’illustre fisico riuscirà a condurre una vita ricca di successi dovuti ai suoi studi a proposito dell’universo e delle leggi che lo governano. 

Il ragazzo che catturò il vento

In un piccolo villaggio del Malawi del nord, nei primi anni duemila, vive William Kamkwamba, un giovane studente discendente da una famiglia di agricoltori. Nel suo tempo libero, si diletta a sistemare radio e altri apparecchi elettronici appartenenti ad amici e vicini, recuperando i componenti necessari nelle discariche. Quando gli viene impedito di frequentare la scuola a causa dell’incapacità dei suoi genitori di pagare le tasse scolastiche, ricatta il suo insegnante di scienze (che ha una relazione segreta con sua sorella) per lasciarlo continuare a frequentare le lezioni e avere accesso alla biblioteca della scuola, dove apprende l’ingegneria elettronica e la produzione di energia. I mancati raccolti dovuti alla siccità e la conseguente carestia colpiscono duramente il villaggio di William, causando rivolte per il razionamento del governo e facendo sì che la famiglia di William venga derubata dei loro già scarsi depositi di grano. La gente inizia presto ad abbandonare il villaggio, compresa la sorella di William, che se ne va insieme all’insegnante per lasciare alla sua famiglia «una bocca in meno da sfamare». Grazie alle sue conoscenze, il ragazzo riuscirà poi a progettare un mulino a vento che possa porre rimedio alle sofferenze della propria famiglia e di tutti coloro che lo circondano. 

Lion

Nella seguente pellicola, uscita in Italia nel 2016, viene proposta la storia di Saroo, un bambino indiano che per sbaglio si addormenta su un treno e non riesce più a tornare a casa. Il fanciullo verrà poi adottato da una coppia australiana, ma una volta raggiunta l’età adulta, il ragazzo desidera tornare nella sua città natale. Grazie all’aiuto di internet, riesce a rintracciare il villaggio dove visse durante la sua infanzia. Il finale fa davvero commuovere e anche solo pensare che si possa trattare di una storia vera fa venire le lacrime agli occhi

Vado a scuola

Uscito nel 2013 questo film è presentato su Netflix come un documentario. Durante l’ora e i diciassette minuti che compongono il film, vengono mostrati i tragitti che bambini e ragazzi di diverse parti del mondo compiono per andare a scuola. La pellicola invita lo spettatore a riflettere sull’importanza di andare a scuola e sul desiderio di imparare. Tutti noi sentiamo sicuramente la mancanza della scuola in questo periodo, e speriamo vivamente di tornare assieme a tutti i compagni e professori. Tutto quello che prima davamo per scontato e il luogo dove molte volte non volevamo andare, adesso ci sembra oro. 


Cool Runnings – 4 sottozero

Uscito nel 1993, si tratta di un film comico, per il quale sicuramente tutti rideranno. Ispirato alla storia di quattro giamaicani che si cimentano nell’impresa di praticare uno sport a loro nuovo: il bob. Guidati dal coach Irving Blitzer (interpretato da John Candy) i quattro ragazzi proveranno a sfidare altre squadre al fine della vittoria.

Nicholas Ninno 4BL e Lara Pirotta 1DL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.