Ormai chiunque ha sentito parlare almeno una volta di armocromia, o almeno credo.

Per chiunque non sappia dì cosa sto parlando: armocromia deriva dall’unione dei due termini ‘armo’ e ‘cromo’ (colore), con il significato ‘armonia del colore’.

Essa consiste nello studio dei colori che ci stanno meglio e ci valorizzano di più in base ai nostri caratteri esteriori.

I caratteri esteriori da tenere in considerazione quando si fa un’analisi del colore sono: 

– SOTTOTONO (che può essere caldo o freddo) è il colore di fondo della pelle.

– CONTRASTO (che è alto, medio o basso) è il rapporto tra i colori di capelli, pelle e occhi; più i colori sono simili, più il contrasto sarà basso e viceversa.

– INTENSITÀ (che può essere bassa o alta) indica quanto il colore può essere carico, e si basa sul contrasto di una persona.

– VALORE (che può essere scuro o chiaro) indica quanto è chiara o scura la nostra pelle sulla base di una scala di grigi.

Dal risultato di queste caratteristiche rientreremo in una delle quattro stagioni dell’armocromia, ognuna delle quali ha una propria palette che possiede le sfumature di colori che ci stanno meglio.

Le 4 stagioni aromocromatiche sono:

Inverno: l’inverno è una stagione con valore scuro, contrasto alto o medio-alto, intensità alta e sottotono freddo. 

Solitamente, una persona inverno ha capelli naturali che vanno dal castano scuro al nero, e occhi scuri, oppure verdi o azzurri molto luminosi.

Il metallo che le valorizza di più è l’argento ed è l’unica stagione a cui dona il nero.

Autunno: questa stagione ha valore scuro, contrasto basso o medio-basso, intensità bassa e sottotono caldo.

Le persone autunno hanno capelli mediamente scuri dal castano chiaro al castano scuro, gli occhi possono essere marroni oppure verdi.

Il metallo che dona di più è l’oro e i colori sul marrone.

Primavera (di cui sono fiera dì far parte): la primavera è una stagione con valore chiaro, contrasto alto o medio-alto, intensità alta e sottotono caldo.

Queste persone si riconoscono perché hanno occhi chiari (siano verdi, azzurri o anche color ambra) ma estremamente luminosi, che si notano immediatamente.

I capelli sono piuttosto chiari e vanno dal castano al biondo. 

Le persone primavera prediligono gioielli oro e colori particolarmente accesi e brillanti (verde prato, rosso fuoco, etc.).

Uno dei colori meno valorizzanti è il nero.

Estate: le persone estate hanno valore chiaro, contrasto basso o medio-basso, intensità bassa e sottotono freddo.

Il colore degli occhi può essere verde, azzurro o marrone; tuttavia sono occhi che non si notano particolarmente, che passano inosservati (anche se chiari) se non guardati da molto vicino.

I capelli sono solitamente biondi (anche molto chiari) e arrivano fino al castano.

Esistono anche i sottogruppi, che approfondirò nel prossimo articolo.

Ci tengo a sottolineare che queste sono solo generalizzazioni dì tutto ciò che c’è dietro al mondo dell’armocromia. Io non sono assolutamente un’esperta, ma è un argomento che mi appassiona molto.

https://stackoverflow.com/questions/33295120/how-to-generate-gif-256-colors-palette

Beatrice Premoli 3AS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.