Ciao a tutti, qui è «In Punta di Penna» e questa è la nostra prima intervista doppia.  

Nome. 

C: “Camilla.” 

S: “Silvia.” 

Cognome.  

C: “La Russa, staccato.” 

S: “Galli, attaccato.” 

Età. 

C: “Diciassette… anni, non mesi.” 

S: “Trentacinque.” 

Ruolo. 

C: “Studentessa e direttrice del giornalino.” 

S: “Docente di inglese.” 

Tre aggettivi per descrivervi.  

C: “Vulcanica, testarda e anche un po’ permalosa.” 

S: “Sicuramente permalosa, determinata e testarda.” 

DAD o presenza? 

C: “Presenza.” 

S: “Presenza.” 

La prima cosa che fai al mattino? 

C: “Spengo la sveglia.” 

S: “Spengo la sveglia.” 

Effetti pandemia? 

C: “Troppi, ho pochissima salute mentale al momento.” 

S: “Un po’ di esaurimenti nervosi, però è tutto sotto controllo, dai.” 

Ultima figuraccia fatta? 

C: “Non ricordo l’ultima, ma ricordo un episodio molto divertente all’Acquafun: avevo nove anni e insistevo, appunto perché sono testarda, per andare su uno scivolo, dove però non potevo salire perché pesavo troppo poco; mio padre ovviamente mi disse di non farlo perché c’era il rischio che rimanessi bloccata in mezzo allo scivolo, ma salii ugualmente. Alla fine rimasi effettivamente bloccata con tutto l’Acquafun che mi guardava mentre il bagnino veniva a prendermi, e mio padre sotto con due cinesi che mi additavano ridendo e dando involontariamente del cattivo genitore a mio padre, che però per l’imbarazzo prese a dargli ragione; quando finalmente scesi e gli corsi incontro lui fece finta di non conoscermi e di riaccompagnarmi dalla mia famiglia. 
S: “Purtroppo non posso raccontarla.” 

Stava e stai molto attenta in classe? 

C: “Tendenzialmente sì.” 

S: “Sì, io sì.”  

Siete fidanzate? 

C: “Sì.” 

S: “Sposata.” 

Credete nell’amicizia tra uomo e donna? 

C: “Sì, se non ci credessi probabilmente non avrei amici.” 

S: “Sì, anche se sono amica di Camilla.” 

Su cosa prendeva e prendi appunti in classe? 

C: “iPad, ovviamente.” 

S: “Carta e penna… ovviamente.”  

Che poraccia! 

S: “No, è Preistoria.” 

Un libro letto al liceo che vi ha segnate particolarmente.  

C: “Sarà che l’ho letto in quarantena, ma <<Le tre del mattino>> di Carofiglio.” 

S: “Direi <<Il fu Mattia Pascal>>.” 

Professore preferito? 

C: “Non posso dirlo, sono ancora in questa scuola.” 

Alunno più antipatico? 

S: “Non posso dirlo, sono ancora in questa scuola.” 

Secondo voi, la maturità ha nel mondo lavorativo e universitario tutta quell’effettiva importanza che le si attribuisce? 

C: “Essendo ancora in questa scuola e non avendo ancora fatto la maturità, direi di sì.” 

S: “Per il mio ruolo da docente dico di sì perché devo, ma come lavoratrice dico di no.” 

Come sei diventata giornalista? 

C: “Non lo sono, ma sono nel giornalino un po’ per sbaglio e ne sono direttrice per uno sbaglio ancora più grosso.” 

S: “Il mio primo articolo l’ho scritto, sempre nella Preistoria, nel giornalino del Legnani e da lì ho iniziato a scrivere per altri giornalini a livello amatoriale; poi sono diventata giornalista scrivendo prima per <<La Settimana>>, poi sono capitata a SkySport 24 e ora sono di nuovo al Legnani.” 

Continueresti a fare la giornalista anche da adulta? 

C: “Non lo so: amatorialmente forse sì, ma non avendo ancora deciso cosa fare nella vita c’è anche una probabilità che non lo faccia.” 

Consiglierebbe questo mestiere anche ai più giovani? 

S: “Se intendi viverci, ti consiglio di cambiare settore. Però se costituisce una passione come lo è per me, ti consiglio di farlo diventare un mestiere perché dà tante soddisfazioni.” 

Una cosa del Legnani che ti rende felice. 

C: “La paninara che non c’è più.” 

S: “La paninara, (che penso sia la stessa) che non c’è più. Ma lavorare al Legnani è già una felicità.”  

Una cosa che cambieresti al Legnani.  

C: “Il fatto che non ci sia più la paninara.” 

S: “Vorrei avvicinare di più la sede centrale alla succursale.” 

Okay, l’intervista è finita; salutate! 

C & S: “Ciao ciao!” 

Intervistatori: Seungmin Jung 2CL e Carla Polizzi 5AC 

Intervistate: Silvia Galli (docente) e Camilla La Russa 4BS 

Backstage del video: Elisa Caimi 2CE  

Cameraman: Federico Pescitelli 2CE 

Si ringrazia per il tempo dedicato all’intervista la docente di inglese del nostro istituto Silvia Galli e la direttrice del giornalino Camilla La Russa, il cameraman Federico Pescitelli per aver registrato ed editato il video e Elisa Caimi per aver dato indicazioni e sempre controllato che tutto fosse sotto controllo durante le registrazioni.  

                                                                                               Seungmin Jung 2CL e Carla Polizzi 5AC 

La prof.ssa Silvia Galli e Camilla La Russa prima dell’intervista; P.S. vi sfidiamo a far fare a un vostro prof. un fake triplo sette e inviarci la foto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.