Ciao a tutti! Dopo un pomeriggio di studio ognuno di noi ha voglia di svagarsi e staccare la testa da tutto il resto. Uno dei modi è guardare una serie tv, e non c’è niente di più bello di guardarne una che tratta temi attuali molto importanti. Una serie simile è “Un professore”, che alcuni di voi molto probabilmente conosceranno già.

Un professore è una serie tv italiana, composta da 12 episodi, diretta da Alessandro D’Alatri, mandata in onda su Rai 1 dall’11 novembre al 16 dicembre e disponibile ora su Rai Play, rinnovata già per la seconda stagione. Quello che non tutti sanno, però, è che “Un professore” è ispirata a “Merlí”, una serie televisiva catalana.

GENERE: commedia drammatica, dramma adolescenziale

TRAMA:

Dante Balestra (Alessandro Gassmann) è il nuovo professore di filosofia del liceo scientifico Leonardo Da Vinci di Roma, dove è tornato dopo otto anni di assenza per stare con il figlio, Simone (Nicolas Maupas), ora che la sua ex moglie Floriana (Christiane Filangieri) sta per trasferirsi a Glasgow. Fuori dagli schemi, il professore applica nella sua classe il suo metodo d’insegnamento anticonformista e instaura un rapporto molto particolare con i suoi alunni. Ma il suo modo di fare porta presto a confondere la vita privata con la vita professionale e tutto si complica ancora di più con il ritorno dal passato di Anita (Claudia Pandolfi), una donna, madre di Manuel (Damiano Gavino) (la “pecora nera” della classe), con il quale mantiene un grande segreto che lo legherà particolarmente a Simone.

I temi principali che vengono trattati nel corso della storia sono:

  • l’accettazione di se stessi;
  • il rapporto tra figlio e genitore;
  • il dolore di una perdita;
  • come superare le proprie paure;
  • i brutti giri in cui un adolescente può entrare e come uscirne.

Vengono affrontati gradualmente tramite gli insegnamenti emanati da Dante nelle sue lezioni e le vite dei ragazzi.

Questa serie tv ha molto da insegnare e aiuta a capire molte cose. Inoltre, a mio parere, oltre ad essere molto bella, dovrebbe essere un orgoglio per noi italiani, in quanto ha avuto un successo davvero grande. 

BEATRICE BISANTI 2CE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.